Stereo Panning – Consigli nel Missaggio

Uno dei più importanti e spesso trascurati aspetti del mixaggio e del mastering è la giusta collocazione delle sorgenti sonore nell’immagine stereo. Con un corretto Stereo Panning si può aggiungere una maggiore spaziosità alla musica. Continua a leggere..

Stereo Panning

In rete ci sono numerosi articoli sul missaggio e mastering finalizzati per lo più all’utilizzo di compressione ed equalizzazione, pochi sulla corretta gestione dell’immagine stereo. Per questo ho pensato di condividere alcuni suggerimenti sull’utilizzo dello Stereo Panning al fine di creare una buona immagine stereofonica. Una corretta disposizione delle tracce nel panorama stereo contribuisce a rendere ogni elemento ben distinguibile nel mix, altrimenti soggetti al fenomeno di mascheramento.

Bilanciamento delle tracce
Prima di iniziare a disporre le sorgenti nel panorama stereofonico, è preferibile improntare un primo bilanciamento generale del mix (se vogliamo anche in maniera piuttosto istintiva) in modo che le varie tracce suonino bilanciate tr loro. Non è necessario un bilanciamento perfetto, sarà però di grande aiuto per capire la disposizione stereofonica di ogni strumento. Una volta stabilito lo stereo panning delle singole tracce saranno probabilmente necessarie alcune modifiche all’equalizzazione, al livello o alla quantità di effetto.

Voce principale al centro
Chi ascolta musica è abituato a sentire la voce solista nel centro dello stereo panning, probabilmente retaggio dei concerti di musica dal vivo, dove il cantante di solito occupava il centro della scena. Ovviamente l’immagine centrale è un’immagine “fantasma” dovuta alla riproduzione stereofonica dei due altoparlanti left e right. In questo modo la voce solista sarà forte, chiara e udibile indipendentemente dalla posizione dell’ascoltatore.

Bassi al centro
Tutti gli strumenti a bassa frequenza, come il basso, la cassa ed i sintetizzatori supportano il “peso” maggiore a livello di energia sonora. Pe questo motivo è meglio lasciarli in posizione centrale, ossia distribuiti in modo uniforme su entrambi i canali stereo. In passato non era raro trovare anche il basso o la batteria ad un lato dell’immagine stereo, ricreando con lo stereo panning la disposizione dei musicisti sul palco (jazz, classica).

Equilibrio 
Questa è una regola generale che di solito applico quando si tratta di lavorare con più tracce di uno stesso strumento. Pensiamo ad un ritornello rock, ricco di chitarre elettriche: sarà opportuno disporre le singole tracce (solitamente due o multipli di due) una a destra e l’altra a sinistra, così da equilibrare gli spazi stereofonici ed l’impatto sonoro su entrambi i canali.

Riverberi Mono
Utilizzando un riverbero mono su determinati strumenti può essere d’aiuto per ottenere un mix più pulito. Ovviamente è un suggerimento che va preso con le dovute eccezioni, fondamentalmente però l’utilizzo di un riverbero mono può aiutare a mantenere il focus.

Il corretto utilizzo dello stereo panning ha il potere di aggiungere profondità, spazio e realismo al mix e migliorare notevolmente l’esperienza di ascolto. Prendi questi suggerimenti come punto di partenza per dare maggiore maggior risalto all’immagine stereo nel mix, avrai benefici anche nel mastering.