Mix e Mastering Online differenze

Mix e Mastering sono due fasi distinte ma ugualmente importanti nel processo di produzione audio, due approcci che spesso possono essere difficili da distinguere. Analizziamo passo passo i principi alla base del Mix e Mastering, continua a  leggere…

Mix e Mastering Online

Proviamo a definire il missaggio e mastering con parole semplici:

  • Missaggio: combina insieme le singole tracce per formare una traccia stereo analogica o digitale
  • Mastering: ottimizza il file rendendolo compatibile con qualsiasi impianto e coerente all’interno di un album.

Vediamo in maniera più approfondita le differenze tra mix e  mastering.

Missaggio

Dopo che tutte le singole tracce di un brano sono state incise, il tecnico del suono ha il compito di miscelarle tra loro con gusto e rispettando i canoni tipici del genere musicale. La prima fase prevede l’organizzazione delle tracce in gruppi simili e la regolazione della gain structure, così che i livelli digitali ed analogici siano corretti, senza livelli di picco troppo elevati. Sebbene non ci sia una regola standard molti tecnici del suono cercheranno un rapido bilanciamento delle singole tracce, se vogliamo in maniera anche intuitiva, al fine di avere un’idea del brano e di come si sviluppa. Le tracce verranno trattate con degli interventi mirati ad ottenere la migliore pasta sonora, principalmente con l’equalizzatore ed i filtri passa alto e passa basso per eliminare eventuali frequenze non necessarie. L’obiettivo generale del processo di equalizzazione è quello di gestire ed ottimizzare le aree di frequenza tipiche di ogni strumento, evitando il fenomeno del mascheramento. In questo modo il brano sarà pulito e ogni strumento distinguibile. A tale fine si applica anche il posizionamento dei singoli strumenti all’interno del panorama stereo, un intervento detto stereo panning alla base di un suono ampio e definito. Possono essere aggiunti interventi di ottimizzazione della dinamica grazie all’uso di compressori e limiter, o di  posizionamento ambientale grazie all’uso di riverbero, delay, e altri processori. Infine tramite l’automazione si possono creare dissolvenze, silenziare le tracce, regolarne i livelli o i parametri degli effetti e tutti quegli accorgimenti che serviranno al tecnico del suono per creare un emozione all’interno del brano. Durante il processo di missaggio si passerà più volte all’ascolto di vari monitor di riferimento (o in cuffia) per ottenere un suono coerente su tutte le varie fonti sonore disponibili. Mediamente il tempo di un missaggio è di circa un giorno lavorativo, con un rapido riascolto il giorno dopo ad orecchie riposate. Terminata questa fase si passa al mastering.

Mastering

Il tecnico di mastering solitamente riceve la traccia stereo precedentemente missata ed alcune note e brani di riferimento forniti dall’artista, al fine di avere una migliore comprensione del suono che si vuole raggiungere. Dal confronto con la traccia di riferimento si può capire subito se le aree di frequenza tipiche di quel genere sono coerenti o se bisogna ottimizzarle facendo piccoli interventi principalmente con equalizzatore, compressione, limiter e stereo widening. Tutti i brani da masterizzare su un album vengono portati a livelli simili in modo che lo scorrere dei brani sia coerente. Vengono aggiunti spazi e dissolvenze all’inizio e alla fine dei ogni brano e se non specificato diversamente si applica lo standard Red Book di 2 secondi tra un brano e il successivo. Inoltre possono essere aggiunti i nomi delle tracce, dell’artista, dell’album… ed eventuali codici ISRC. L’obiettivo primario del mastering è pertanto fornire un’elevata fedeltà e trasparenza, del brano, portandolo ad un livello professionale che può essere riprodotto in maniera ottimale su qualsiasi fonte.

La linea di demarcazione tra Missaggio e Mastering non dovrebbe mai essere superata. Sono due fasi distinte, con un atteggiamento mentale differente, ed il tentativo di unirle in una sola sarà non solo da ostacolo alla tua musica ma le impedirà di raggiungere il suo massimo potenziale. Contattaci per ulteriori informazioni su come ottimizzare il tuo prodotto.